La sentenza sul caso Mastrogiovanni

2 11 2012

image

Con incolpevole ritardo riprendo la notizia della sentenza di primo grado sulla vicenda di Franco Mastrogiovanni.
Questa non è una testata giornalistica che può occuparsi di tutto, ma un modestissimo blog curato nei ritagli di tempo.
Su questa dolorosa vicenda mi sembrava, però, doveroso dar conto degli ulteriori sviluppi.
Troppo spesso capita che i media tradizionali si occupino, solo di passaggio, sulla scia di altrettanto volatili ondate emotive, di notizie poi destinate a cadere nel dimenticatoio. Infiniti potrebbero essere i casi da citare.
Nel mio piccolo sentivo l’obbligo di rendere giustizia, ancorchè postuma, ad un uomo privato della libertà di vivere e costretto a morire nella sofferenza e nell’indifferenza.
È, di sicuro, ben poco e non compensa il dolore dei congiunti.
Ma è un importante tassello alla richiesta di verità e giustizia per Mastrogiovanni.

Annunci




Delirium Demens

7 09 2012

imageTuoni e fulmini in sottofondo:

‘Si vuole un “tecnico” di fiducia del sistema economico mondiale e una corte di partiti svuotati da una reale rappresentanza a garantirne l’esistenza in Parlamento.
Così Grillo nel suo ultimo “Comunicato Politico Edittale”.
Vogliamo discutere e mettere in dubbio, a priori, quel che scaturirà da una prossima, regolare e democratica consultazione elettorale?
La politica, quella seria, che non vuol farsi soverchiare da un improvvisatore, si riappropri del suo ruolo, del prestigio che i suoi rappresentanti più illustri (perchè non è tutto guano!) possono riconquistare e torni ad esercitare la sua centralità.
Altro che “Democrazia diretta”… non si sa bene da chi!
Anzi da un po’ di tempo è cosa nota.
La rete sapeva.
E ora che si fa?
Si perdona?