L’arrivista digitale

5 09 2013

354px-LaBoétie001-11829465 Con l’avvento del settarismo grillista è emersa una nuova categoria socio-politica, destinata a godere di effimera gloria: si tratta dell’arrivista digitale.
Questo nuovo soggetto è in grado di esprimere opinioni ortodosse o, in alternativa, dissidenti.
Nella sua veste organica è personaggio sedicente anti e contro, conforme al pensiero unico e totalizzante, smanioso d’entrare a far parte d’un nuovo sistema, a buon diritto e a pieno titolo, per la rigorosa osservanza.
Nella sua variante, per semplificare, si tratta di arrivista che si sente arrivato, le cui aspirazioni, probabilmente, erano quelle di occupare un ruolo e una qualche centralità nel regime vigente.
L’arrivista digitale può assumere mutevoli forme, a seconda della propria natura, provenienza e convenienza: può essere un blogger che lava più bianco degli altri, un apocalittico paraguru in disarmo da precedenti esperienze, prima e sempre aderenti al sistema ora da abbattere, una retroguardia di pregresse e non altrettanto fortunate militanze politiche, uno dei tanti parvenus, in cerca della lotteria vincente, una star (de)cadente e ben pasciuta, avvezza alla discreta popolarità oggi tradotta in populismo più o meno dilagante, col vizio del comando.
In alcuni casi l’apparente tenace riluttanza al mezzo televisivo deriva, paradossalmente, da una sovraesposizione a quest’ultimo, che gli ha garantito successo e vanagloria: si parli del capobastone, titolare di tutti i diritti e copyright, o del blogger auto-incensante che ama garantirsi l’ultima parola.
Gli strali che vengono lanciati contro l’orrido nemico esterno sono indirizzati, a stretto giro di posta, dagli ortodossi agli eterodossi.
Il radicalismo di massa, del verbo unico e della verità incontrovertibile, porta con sè tutti i vizi dell’avverso regime: la cancellazione delle minoranze, la censura, l’indisponibilità al ragionevole confronto con l’altrettanto ragionevole dissidenza (costretta e relegata ad essere tale dalla totale assenza di dibattìto interno).
Lo spartiacque divide le teste pesanti da quelle pensanti, il dualismo si manifesta tra chi afferma di voler abbattere un sistema irrimediabilmente marcio e chi, tra le macerie, individua qualche residua possibilità di dialogo e, conseguentemente, di praticabile alternativa riformatrice.
La Guida Suprema degli arrivisti digitali ortodossi è fiancheggiata da un Consiglio dei Guardiani che tiene sotto stretta sorveglianza gli afoni portavoce del popolo ed è sempre pronta a reprimere l’eresia del libero pensiero e dell’azione… è, d’altra parte, assai noto che il modello iraniano ha un suo discreto e irresistibile fascino.
La democrazia digitale vive e si nutre di meri enunciati: la teoria non deve necessariamente e obbligatoriamente trovare riscontro e conforto nella prassi.
La Guida Suprema diffida di tutto e di tutti, compresi gli aderenti non pienamente fidelizzati.
Gli ortodossi, a seconda delle loro predilezioni, devono quotidianamente recitare il loro “Hoshana”, con le possibili varianti che inneggiano al “Duce! Duce!” o al nuovo Imam che guida e illumina il suo personalissimo esercito di lobotomizzati.
La Guida Suprema sfrutta con cinismo l’illogica del nemico dappertutto, alimenta la follia della folla e aizza la pazzia della piazza, sottraendosi, nel caso, a qualsiasi diretta responsabilità derivante da quel che dice e quel che accadrà, suo malgrado.
L’arrivista digitale è ovviamente molto social… climber.
Nella sua forma primordiale e non evoluta sconfina nel servilismo, a maggior garanzia di dover percorrere strade più brevi e meno tortuose, pur di arrivare senza particolari meriti.
Questo tipo di arrivismo fa coppia con un attivismo passivo ed immobile, nella trepidante attesa che gli unici titolari del diritto di parola esprimano le loro insindacabili vision e i loro editti.
Attento arrivista digitale! Il nemico, esterno ed interno, è alle porte!

Annunci

Azioni

Information

Voglio dire la mia

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: