I sondaggi di Grillo: democrazia diretta di rete (direte).

7 09 2012

imageChe senso ha compiacersi nel veder confluire, sul proprio blob-blog, un risultato con maggioranze bulgare (o iraniane)?
Probabilmente esalta e soddisfa l’ego.
Il nuovo sondaggione per tutta la “bravaggente” riguarda il finanziamento pubblico all’editoria (davvero originale e imprevedibile!).
Risultato (s)contato: (quasi) l’unanimità contraria.
Poco importa se, con opportuni accorgimenti, senza perdermi in dettagli tecnici (anzi tennici), si può votare all’infinito o, almeno, finchè uno ne ha voglia e riesce a star sveglio. Sino alle ore 14 del 8 settembre 2012 (sic!).
È la democrazia diretta (direte) di rete.
Quella senza quorum, come da programma, e – in questo caso – senza alcun filtro, out of control.
Non si capisce bene se, eliminati semplicemente i cookies oppure rinnovato l’indirizzo ip, per magia (ma neanche, poi, tanto!) l’infinito della democrazia diretta s’allarga.
E puoi postare un altro voto.
Ignoti restano i criteri di contabilizzazione del ragioniere coadiuvato dal “tennico” ideatore di questa mirabilia.
Fantastilioni di voti!
Il Mo’ Vi Mento lo fate voi!!!
I candidati li sceglierete voi!!!
Sulla piattaforma da utilizzare e sulla sua attendibilità… beh… ci stiamo attrezzando.
Eh… quanta fretta! Diamine! (o è meglio vaffanculo?!).

P.S. nota tecnica (tennica) dopo prova: basta cancellare i “biscottini”.
Il riscontro del voto plurimo si ha andando a visionare le risposte individuali.
La mia è questa:
NO.
Perchè ti ho già detto che non mi piace che tu abbia soci occulti.
E perchè un tuo ex amico anti-Casta – e se lo scrivi, cambio idea – ha messo in piedi un patrimonio immobiliare personale e familistico.
Scrivi un post su “quant’è casta l’anti-Casta”.
In allegato print-screen della democrazia di rete (direte?) su larga scala.
Sono riuscito a risalire all’indirizzo su cui confluiscono tutte le risposte individuali:
Risposte
Risposte individuali (spero funzionino ancora)
Dopodichè ho visionato le risposte contenenti la mia motivazione.
Eccole:

Cinque Stelle, Cinque voti.
E poi… come direbbe il nostro… mi sono rotto le palle!
Buonanotte! Prove tenniche terminate alle ore 3.00
Mi raccomando, votate, votate, votate il mio sondaggione (che, almeno, è dichiaratamente falso!)
Ultimo appunto: è proprio un ineluttabile destino dover passare dall’uomo medio dei media all’uomo medio dei nuovi media?

Annunci

Azioni

Information

9 responses

8 09 2012
icittadiniprimaditutto

Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

8 09 2012
gianni terzani

Confermo che ho votato su questo blog utilizzando InPrivate browsing di Windows e, ripetendo per tre volte lo stesso voto, ne sono risultate modificate le percentuali. Non so se sul blog di Grillo funzioni allo stesso modo (dalle schermate sopra riprodotte, parrebbe proprio di sì), per cui verificherò personalmente al prossimo sondaggio. In ogni caso, quanto qui affermato non mi stupisce affatto.

9 09 2012
Giovanni Maria Sini (gms)

Gianni, che dirti?
Intanto grazie per la visita a questo piccolo fortino e per il tuo commento.
Sulla bontà delle mie verifiche, peraltro già confortate dal sondaggio sul peggior Presidente della Repubblica (anche in quell’occasione avevo espresso ripetuti voti), posso solo dirti che è – certo – la scoperta di un non segreto meccanismo.
L’interrogativo, però, era e resta: a che pro?
Troppe affinità con quell’altro altro figurino che si gloriava sondaggi che esprimevani consensi in formato maxi.

9 09 2012
ilsensocritico

Ho votato al suo sondaggio, per me E’ TUTTO FARSO!!

9 09 2012
Giovanni Maria Sini (gms)

Anche per me è tutto falso!!! Anzi, no! FARSO!!!
Ti ringrazio per il voto.
Per quanto lo vuoi moltiplicare?

9 09 2012
9 09 2012
Giovanni Maria Sini (gms)

Michele, ti ringrazio.
C’è tutto un campionario d’umanità, senza generalizzare, che continua a subire le immortali fascinazioni della banalità, dei luoghi e dei loghi comuni.
Anche in questa circostanza, come in molte altre, sembra questa la caratteristica dominante.
La nuova mutazione antropologica, indotta dalla personalizzazione della e nella politica e, conseguentemente, dal suo inevitabile manifestarsi come scontro – anch’esso – diretto, personale e sempre più animato e viscerale, sembrano vive più che mai.
È questo il connotato di una nuova omologazione, culturale e politica, che appare oramai incapace di esprimere un pensiero maturato in autonomia o qualsivoglia dubbio, originato dal proprio senso critico ormai morto e che diventa e si sente più forte se confortato dal pressochè unanime consenso d’una massa indistinta.
Una sorta di droga fa sì che l’ovvio dei popoli, disposto a demolire tutto l’esistente in un illusorio moto rivoluzionario e collettivo, capeggiato da nuovi tribuni, renda maggioranze e minoranze sempre più riottose.
La priorità è il massacro dell’esistente e del nemico, laddove più nulla appartiene alla categoria del salvabile.
A tratti si è tutti attratti da un caotico dissenso che cerca la sua forza su un fideistico consenso, senza possibili contestazioni rispetto a come si esprime, alle forme che assume e alla sua gestione.
È quasi un de profundis della democrazia (interna).
Chi non è d’accordo con me è mio nemico ed è, allo stesso tempo, nemico del (mio) popolo.
Sulla base di questa visione politica, accompagnata da un forsennato delirio, ovviamente non si avverte nessun obbligo a dare risposte o giustificazioni plausibili.
Io impongo agli altri il mio comando da eseguire. Non sono il leader. Sono la guida spirituale, il dominatore, il faro che tutto illumina, il verbo incarnato. Assieme a me una tenace congrega di fedelissimi.
Il resto vien da sè: una moltitudine dal pensiero obnubilato disposta, sovente, a spingersi nel vuoto e nel nulla più assoluti.
Ecco, secondo me, la ragione dei sondaggi che esaltano il pensiero unico.

10 09 2012
stefano mosso

Quattro risate su come funziona il blogdi grillo con una bella selezione di commenti… ; )
http://tibten.wordpress.com/2012/07/15/beppegrillo-it-il-bagno-pubblico-piu-grande-ditalia/

10 09 2012
Giovanni Maria Sini (gms)

Grazie per la segnalazione Stefano,
ho già letto il tuo post e spero lo facciano anche altri.
L’intuizione del bagno pubblico mi è parsa particolarmente calzante.
Anche in quest’occasione, tra i commenti, non mancano spunti per sorrdidere.
Tipo i “milioni di euro di soldi di tutti” dati all’editoria.

Voglio dire la mia

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: